Design multisensoriale: 4 progetti che coinvolgono i 5 sensi

Ti è mai capitato di perderti tra suggestioni romantiche, colori e fragranze che scatenano brillanti emozioni?
Designer, Architetti e non solo, possono trasportarci in un magnifico mondo alla scoperta della creatività.

tavoli e sedie outdoor

Andremo a scoprire 4 meravigliosi progetti nati dal bisogno di creare luoghi in cui le persone abbiano la possibilità di rallentare e vivere i prodotti di design in un ambiente vivo, uno spazio coinvolgente a 360°
Location d’eccezione, ospitano designer eccellenti del calibro di Fabio Novembre, Tom Dixon, Patricia Urquola e Philip Stark

La costante ricerca del benessere ha dato vita a nuovi modi e nuove esigenze di vivere il tempo libero. Il genio creativo di chef e designer si è unito dando vita a oggetti straordinari e spazi quotidiani ispirati a un design e a materiali innovativi che pongono le basi per nuove tendenze. Tutti i sensi saranno coinvolti: vita, tatto, gusto, olfatto, udito.

patricia urquiola interni ristorante di design 

“Credo che la non casuale coincidenza etimologica tra il presente come tempo

e il presente come regalo sia una condizione di partenza per qualsiasi ricerca progettuale”

Fabio Novembre


In questo articolo andremo a conoscere come il Design diventi multisensoriale con 4 progetti che coinvolgono i 5 sensi. Dare maggiore importanza al rapporto tra cibo, design e benessere per contribuire alla rivoluzione globale che è in atto. Proprio il design può dare un contributo sostanziale perché capace di creare un ponte perfetto tra tradizione e nuovi stili di vita.

1. FABIO NOVEMBRE - Ristorante Attimi, Milano City Life 

ristorante attimi milano fabio novembre designer

Attimi, il ristorante firmato Fabio Novembre nel cuore di City Life. 

Un dining bistrot pensato per ogni momento della giornata, dalla colazione alla cena. Il progetto di interni porta la firma di Fabio Novembre, che ha costruito lo spazio attorno al bancone vetrina.

bistrot aperitivo dining attimi milano designer fabio novembre

Poltrona nemo di Driade

Tutto intorno gravitano sedie, divanetti, sgabelli e poltrone con tavoli tondi, quadrati, tavolini e banconi. Una serie di colonne separano idealmente l’ambiente in zone: da quella cocktail a quella dining, aperitivo e bistrot. Dal punto di vista cromatico Fabio Novembre ha optato per tonalità neutre, perlopiù grigi, con qualche punta di colore acceso.

ristorante attimi designer fabio novembre milano city

>> Leggi anche come scegliere l'ombrellone da giardino firmato Tuuci

Fabio Novembre con il suo progetto vuole toccare corde in profondità le persone che saranno ospiti di quegli spazi considerando gli attimi, non come momenti fugaci di vita, ma intense esperienze che da saper cogliere e che ci rimangano impresse nella mente.

2. TOM DIXON - Ristorante The Manzoni, Milano

the manzoni ristorante sedie flat design Tom Dixon

Sedia da pranzo Fat e lampada da parete Opal Applique di Tom Dixon

Il suo è un design che nasce basandosi sul riciclo di rottami saldati insieme al fine di creare arredi dall’aspetto post-industriale e dalle evidenti caratteristiche scultoree.

Il marchio si concentra sul lifestyle creando oggetti straordinari e spazi quotidiani ispirati a un design e materiali innovativi che pongono le basi per nuove tendenze.

Big fat e sospensione spring tom dixon

Lampade Spring e sedia Scoop con schienale alto di Tom Dixon

Sedia FAT, Lampada OPAL Applique e Lampade SPRING sono gli elementi presenti nel ristorante di Milano in cui il designer mira a far vivere un’esperienza completa, in grado di coinvolgere tutti i sensi di chi decide di dedicarsi del tempo di qualità.

lampade da parete in ottone base family tom dixon

Lampade da parete Base in ottone Tom Dixon

Le nuove collezioni di Tom Dixon: Fat, famiglia di sedute imbottite con corpo in schiuma e telaio in metallo che sembrano abbracciare il corpo, declinata nelle versioni sedia da pranzo, sgabello alto e poltrona; le lampade Spring, sospensioni in acciaio inossidabile dalla struttura spriraliforme e i globi Opal, in policarbonato bianco opalescente colorato, dalla luce morbida e la presenza quasi spettrale.

 >> Scopri tutti i prodotti Tom Dixon

3. PATRICIA URQUIOLA - Mandarin Oriental Hotel, Barcelona 

Patricia Urquiola, con il suo inconfondibile stile, firma un’ intero hotel a Barcellona dove il soggiorno diventa un’esperienza unica, vivendo a pieno spazi conviviali e privati, circondati dal design. Essere “immersi” in un arredamento di design aumenta la percezione del benessere e la sensazione di dedicarsi del tempo di qualità.

Mandarin Oriental Hotel Barcelona Patricia Urquiola

Nuovi spazi e nuove opportunità di progettare con creatività, grazie anche al contributo di molti brand con cui Patricia Urquiola ha realizzato i suoi progetti.

patricia urquiola bagno hotel barcelona mandarin

Patricia non è solo una delle stelle vive del cosmo progettuale globale, ma anche l’unica erede della grande tradizione del design italiano, uno scettro che ha trovato la sua conferma nella recente nomina alla direzione artistica di Cassina, un marchio icona assoluto.

salotto arredato con cassina by urquiola

 Poltrone Husk di B&B

>> Scopri i prodotti di Patricia Urquiola

4. PHILIPPE STARK - Ristorante Quadri, Venezia

Successivamente al progetto realizzato per il ristorante veneziano AMO al Fondaco dei Tedeschi, Starck ha preso parte anche alla risistemazione del ristorante QuadriPhilippe Starck per i fratelli Alajmo ha previsto un locale luminoso, con un decòr moderno, ispirato a Venezia. Lo stesso Starck definisce l'ambiente come “sovversivo”.

ristorante quadri venezia alajmo philippe stark

Lo spirito veneziano è sottolineato dal logo, che rimanda alla memoria la maschera del Carnevale di Venezia. Il designer francese Philippe Starck ha lavorato al fianco degli artigiani veneziani per restaurare questo ristorante del XVIII secolo, rinfrescando le pareti tappezzate, i lampadari e gli arredi decadenti. 

>> Scopri i prodotti di Philippe Starck

Per scegliere il tavolino perfetto per il tuo soggiorno vedi il nostro Shop

 

Cinzia Boffo

Scritto da Cinzia Boffo

Interior designer con una dote naturale nel saper leggere gli aspetti pratici e funzionali di ogni genere di abitazione. Il talento nella contaminazione di stili diversi, suo vero punto di forza, è una diretta conseguenza – oltre che di un’innata creatività – della capacità di ascoltare e leggere le peculiarità e i modi di vivere di chi abita una casa, osservare con attenzione e solo successivamente adeguare agli elementi raccolti delle specifiche scelte di design.

Scopri i nostri brand di design e i nostri stili di arredo >

Categorie

Consigli