Philippe Starck, l'inventore del design democratico

Nato a Parigi nel 1949, Philippe Starck oggi è certamente fra i designer più conosciuti e apprezzati al mondo, innegabilmente il più originale e fecondo.

Ancora giovanissimo da sfogo alla sua vena creativa dando vita, grazie al finanziamento ricevuto dall'attore francese Lino Ventura, ad una società che produce mobili gonfiabili, e realizzando da li a breve la sua prima creazione di rilievo, "Easy Light" un originale ed estroso sistema luminoso.

Trasferitosi negli Stati Uniti nel 1974 continua il suo percorso didattico e autodidattico nel continente americano, ma è al suo ritorno in patria nel 1982, con il lavoro svolto per l‘allestimento all'Eliseo di alcune stanze degli appartamenti privati dell’allora Presidente francese Francois Mitterand, che Starck ottiene la definitiva consacrazione, imponendo alla scena mondiale l'idea di un artista dalla incredibile creatività poetica e libera da conformismi, volano allo stesso tempo di un ferreo rigore professionale che si riflette in pieno sulla creazione e sulle progettazioni.

Giustappunto le creazioni oggi fungono da "manifesto alle intenzioni" del designer francese, i materiali leggeri ed economici per quantità di materia e di energia utilizzata dalla produzione, fino ad arrivare al packaging per il trasporto, non smarriscono mai  l’idea di servizio”; Philippe Starck è autore di uno stile di disegno industriale caratterizzato dall'utilizzazione di elementi espressionisti che accompagnano funzioni d' uso e metodologie industriali, ma ancora più nitide sono le destinazioni che Starck vede per le sue realizzazioni, un target pienamente fruibile da tutti, sia concettualmente che economicamente:

«Quando, per caso, ho iniziato a fare il designer, una sedia di design e di buona qualità costava intorno ai 1.000 euro. Era ridicolo. La mia visione del design democratico ha fatto sì che negli ultimi 20 anni si togliessero uno o a volte anche due zeri a questo costo. È più ragionevole. Il design democratico ha innalzato la qualità del prodotto e abbattuto i costi, rendendolo accessibile a un grandissimo numero di persone. La guerra non è finita, ma molte battaglie sono già state definitivamente vinte. Ecco perché adesso è venuto il momento di intraprendere nuove avventure, come l’idea di un’ecologia democratica o, ancora, provare a trovare delle soluzioni per l’era della «postplastica».

Una foto del designer Philippe Starck

Un vero e proprio artista democratico allora, interessato a veicolare le sue idee estetiche alla maggiore quantità di persone possibile, tralasciando l'aria elitaria e ormai desueta del "bello per pochi", cercando viceversa di sviluppare i concetti di un design aggiornato sulle istanze che i nostri tempi impongono:

«La sostenibilità non è un trend temporaneo, è tuttora una priorità e lo sarà almeno per i prossimi 20 anni o sino a quando non avremo più bisogno di pensarci poiché sarà un concetto naturalmente integrato. Se marketing e pubblicità utilizzano in ogni modo possibile alcuni termini ecologici per sbandierare una sensibilità green, alla fine non è così male perché, anche se vi è un 30 per cento di falsità, ne rimane un 70 di serietà e impegno. È un impegno divertente, ma molto stancante, se approfittiamo della tendenza ogni cosa diventa più facile. Per esempio l’azienda italiana Emeco ha costruito la sua fama sulla leggerezza dell’alluminio che rappresentava realmente un’eleganza tecnologica. Adesso lavora sulla dematerializzazione usando polveri del legno, rifiuti della plastica e anche spazzatura e questo è persino ancora più elegante».

 

Alessandro Lanzillotta

Scritto da Alessandro Lanzillotta

Da anni Alessandro lavora a stretto contatto con Architetti e Home Designer esperti che gli trasmettono continuamente nozioni e gusti legati all'interior design, ma anche alla progettazione architettonica. Loro rispondono quotidianamente alle esigenze della gente e sono la sua più grande ispirazione. Scrive gli articoli su questo blog per aiutarti a scegliere le soluzioni migliori da adottare nella tua casa, o da consigliare ad un tuo amico.

Scopri i nostri brand di design e i nostri stili di arredo >

Categorie

Consigli