AD press news: Il progetto apparso sul mensile Dentro Casa

    Da poco apparso sul mensile Dentro Casa, ha riscosso enorme successo un servizio dedicato ad un progetto curato e sviluppato da AD Dal Pozzo, catturando l'attenzione non solo dei tantissimi operatori del settore della progettazione d'interni e dell'arredo di design, ma generando curiosità e apprezzamento anche da parte di tutti gli appassionati dell'estetica e della cura del bello.

    Un risultato davvero encomiabile per la realtà di AD, che esalta un aspetto per nulla secondario del mondo che gira intorno al "marchio" Dal Pozzo e che fa della progettazione il primo sfogo creativo, massimizzando i risultati estetici sull'impronta veicolata della richiesta dei suoi clienti.

    Di seguito l'articolo che accompagna il servizio:

    In una villa d’epoca alle porte di Vicenza, immersa fra i Colli che
    fanno da eco alle visioni palladiane, la metamorfosi voluta dalla giovane
    coppia che qui vi abita ha trasformato un vecchio e cupo sottotetto
    in un luminoso loft, uno spazio ampio e di grande respiro.
    Nella prima metà del Settecento, quando i “Signori” della Repubblica
    di Venezia diedero l’avvio ad un processo di recupero dei
    loro palazzi, la villa fu oggetto di una ristrutturazione.
    Una nuova scala, figlia delle innovative teorie dell’architetto
    Longhena, permise di utilizzare separatamente i piani e la “soffitta”
    fu messa a disposizione delle donne della casa, per passarvi
    il tempo privato senza alcun dovere di rappresentanza pubblica
    o di etichetta. Oggi, quasi tre secoli dopo, questa “soffitta” carica
    di storia si illumina di nuova vita.
    L’antica casa è geometricamente un quadrato. Nel perimetro dei
    quattro pilastri centrali, che sostengono le articolate falde del tetto,
    è stato organizzato il blocco cucina a marchio Modulnova, di fronte
    si trova il grande tavolo da pranzo e lateralmente le aree destinate al
    relax ed alla conversazione. Sul lato a nord, si sviluppa la parte privata
    con le camere e i bagni. Un’organizzazione degli spazi semplice
    e logica, ma con una solennità ed un pregio inaspettati.
    Pochi elementi molto ricercati, tanto spazio libero dal superfluo
    ed una realtà domestica che si sublima in un’esperienza dai contorni
    artistici. La parete che espone il quadro è uno dei quattro
    lati del blocco che identifica la cucina, inserita proprio al centro
    dell’imponente copertura a travi in legno, mentre il verde tenue
    delle finestre evoca la natura del giardino della villa, condiviso con
    la famiglia che abita gli antichi piani nobili sottostanti.
    La cucina, nel suo concetto aperto e minimalista, è l’esempio perfetto
    del mutare dei tempi e delle generazioni… tutto ruota intorno
    alla sua solida ma “impalpabile” presenza. La struttura lignea è stata
    dipinta di bianco come tutto l’involucro esterno. Vecchie, leggere
    pareti divisorie sono state rimosse per rendere visibile e protagonista
    l’antica struttura che sovrasta uno spazio totalmente aperto.
    Grandioso e scenografico è il tavolo da pranzo posto in linea con
    la cucina insieme alle sedie Ghost di Gervasoni di assoluta eleganza;
    sono sempre della collezione arredo di Gervasoni i candidi
    e avvolgenti imbottiti che arredano con grazia lo spazio restante.

    Scopri la nostra guida sugli stili d'arredo

     

    Alessandro Lanzillotta

    Scritto da Alessandro Lanzillotta

    Da anni Alessandro lavora a stretto contatto con Architetti e Home Designer esperti che gli trasmettono continuamente nozioni e gusti legati all'interior design, ma anche alla progettazione architettonica. Loro rispondono quotidianamente alle esigenze della gente e sono la sua più grande ispirazione. Scrive gli articoli su questo blog per aiutarti a scegliere le soluzioni migliori da adottare nella tua casa, o da consigliare ad un tuo amico.

    Consigli